Ginostra: Nonostante i fondi siano disponibili non partono i lavori di messa in sicurezza dell’approdo.

cropped-DSC07911.jpg

Stromboli:- Preoccupazione a Ginostra per il mancato inizio dei lavori di manutenzione straordinaria e miglioramento tecnico dell’approdo, In località Pertuso, per la quale la Protezione Civile Nazionale ha messo a disposizione del Comune di Lipari (da quasi due anni) la somma di 880.000,00 euro con specifico vincolo di destinazione. Le ripetute mareggiate che si sono susseguite negli ultimi tempi hanno progressivamente e ulteriormente danneggiato la vitale infrastruttura costata svariati milioni di euro. In particolare, i marosi hanno risucchiato e trascinato via diversi tetrapodi che erano posti a difesa della testata del pontile lato di nord-ovest, lasciando la stessa sguarnita e pericolosamente vulnerabile. A lanciare l’appello sono stati gli abitanti del luogo e le associazioni ambientaliste Marevivo e Amici della Terra. Un approdo, quello di Ginostra, da cui dipende la vita dell’intera comunità considerato che è stato realizzato, soprattutto, per eventuali evacuazioni della popolazione in caso di esplosioni vulcaniche. Stromboli, infatti, è un vulcano attivo e imprevedibile. Inoltre la continua azione dei marosi rischia di compromettere nel tempo anche la possibilità di attracco di navi e aliscafi con la possibilità concreta di far tornare la borgata di Ginostra all’incubo dell’isolamento dalla quale si era sganciata proprio grazie all’approdo di Protezione Civile del Pertuso. La messa in sicurezza dell’approdo, con il secondo stralcio dei lavori, è una necessità improrogabile per la sicurezza dell’opera, ribadita più volte dalla stessa Protezione Civile Nazionale attraverso anche l’intervento di studiosi di fama internazionale. A Ginostra non si capisce come mai, nonostante i soldi siano disponibili da tempo, così come il progetto, i lavori non siano ancora cominciati e si fa appello al Sindaco di Lipari, Marco Giorgianni, affinché possa dare un’accelerazione all’iter procedurale, superando la fase di stallo attuale. Restando in tema di approdi e spostandoci sull’altro versante dell’isola, sono stati liquidati 17.000,00 euro alla ditta EdilPanarea per i lavori urgenti di messa in sicurezza e pronto intervento, a tutela dell’incolumità pubblica, nell’infrastruttura portuale di Stromboli e per il livellamento dei fondali.

Gianluca Giuffrè

 

 

 

Soccorso rocambolesco a Panarea

Panarea:- Soccorso rocambolesco a Panarea, l’isola dei vip. L’elisoccorso del 118 è dovuto intervenire per il noto stilista Piero Dimitri, colto da un malore improvviso. L’uomo, martedì, si è sentito male nella sua villa di contrada Drautto. A lanciare l’allarme è stata la moglie (ex modella). Il sanitario del locale presidio di Continuità Assistenziale, avendo riscontrato un sospetto ictus, ha immediatamente provveduto alla stabilizzazione del paziente richiedendo, successivamente, l’intervento dell’elicottero del 118. Per soccorrere lo stilista vi sono state notevoli difficoltà, per via degli oltre 100 scalini che separano la sua villa dall’elipista. Il medico ha dovuto richiedere l’intervento di cinque giovani volontari del posto, per trasportarlo con una barella a mano, fino alla pista d’atterraggio. L’elicottero, a causa delle fortissime raffiche di vento, ha avuto qualche difficoltà nell’atterraggio alla pista di Drautto ma grazie alla bravura del pilota si è potuti intervenire tempestivamente.      L’uomo è stato trasferito al policlinico di Messina e adesso si trova in terapia intensiva.

Gianluca Giuffrè

 

 

STROMBOLI – INCONTRO TRA CIRCOSCRIZIONE E SINDACO DI LIPARI PER LA RIORGANIZZAZIONE DELL’AREA PORTUALE DI SCARI

Stromboli:- La riorganizzazione dell’area portuale di Scari, nell’isola di Stromboli è stato il tema dell’incontro organizzato dalla Circoscrizione dell’isola con il Sindaco di Lipari, Marco Giorgianni. L’incontro è nato dall’esigenza da parte dei rappresentanti di categoria delle attività marittime di definire le aree e le norme di utilizzo dello sviluppo costiero dell’area demaniale di Scari, in vista dell’imminente apertura della stagione turistica 2015. Durante la riunione, il Sindaco Giorgianni ha rassicurato i presenti affermando che è in itinere un progetto comunale, presentato presso gli uffici del Demanio Marittimo di Milazzo, che dovrebbe prevedere l’acquisizione in comodato da parte dell’ente di un’area da dare in sub-concessione a coloro che ne faranno richiesta (pescatori ed operatori turistici). Dalla prossima stagione estiva, quindi, dovrebbe finire l’anarchia che regnava in prossimità dell’approdo isolano. Spesso, in passato, turisti e residenti si sono lamentati per la presenza di numerosi e rumorosi mezzi meccanici utilizzati per l’alaggio delle imbarcazioni. In fine, si è discusso anche della necessità di organizzare una bonifica delle aree interessate, da materiali vari che sono stati abbandonati nel tempo. L’incontro con la Circoscrizione di Stromboli si è terminato con l’intento di organizzare un’altra riunione a breve con la Capitaneria di Porto di Lipari.

Gianluca Giuffrè

 

 

GINOSTRA. COMPLETATI I LAVORI DI RIPRISTINO DELLA STRADINA CHE CONDUCE ALL’ELIPISTA

Stromboli:- Dopo anni di battaglie e richieste da parte dei residenti, finalmente sono stati

completati i lavori di ripristino e messa in sicurezza del sentiero che conduce alla pista eliportuale d’emergenza di Ginostra, la minuscola frazione dell’isola di Stromboli. Vista l’importanza del sentiero, l’unico che collega l’elipista alla borgata, recentemente si erano interessati della problematica: il Prefetto di Messina, tramite l’ufficio di Protezione Civile e gli Onorevoli Enzo Amendola e Massimo Paolucci del pd, con alcune interrogazioni parlamentari al Governo.

Il sindaco di Lipari, Marco Giorgianni, a seguito dei vari appelli è prontamente intervenuto assegnando in appalto i lavori alla ditta Antonino Ziino di Pianoconte, per un importo di 44.449,00 euro. I lavori cominciati a settembre 2014 sono stati completati poco prima del nuovo anno. Nel contesto dei lavori di messa in sicurezza del sentiero si è proceduti, inoltre, alla rimozione del pericoloso masso che sovrastava l’ingresso dell’area portuale, in località Pertuso.

Per completare la viabilità del centro storico del paesino ai piedi dello Stromboli resta adesso da risistemare un altro tratto di strada, di circa 100 metri, che allo stato attuale è completamente impraticabile e dalla quale fuoriescono alla mercé delle intemperie le condutture idriche ed elettriche, rendendola pericolosa. Proprio a causa dei cavi elettrici scoperti lungo il sentiero, alla vigilia di capodanno, per la pioggia, si è verificato un black-out che ha lasciato al buio per quasi ventiquattro ore una delle contrade di Ginostra.

Gianluca Giuffrè

Salina, la prima moschea in Italia in una scuola statale

Salina:- L’isola di Salina, nelle Eolie, ospita, da qualche tempo, una moschea nei locali scolastici per la comunità marocchina dell’isola. La prima ed unica moschea italiana dentro una scuola statale. La singolare notizia, in questi giorni, sta facendo il giro dello stivale. Un esempio di integrazione tra due culture diverse ben riuscito. A Salina i marocchini sono circa duecento su duemila abitanti e i bimbi stranieri nelle aule scolastiche sono il 15 %.  Tutto è nato grazie all’intraprendenza della preside delle scuole materne, elementari e medie delle Eolie, Mirella Fanti. La preside è partita con dei corsi di italiano destinati ai marocchini, adulti,  genitori degli alunni dell’istituto scolastico. Il corso è stato molto apprezzato e si sono presentati in tanti; 60 ore, due alla settimana e per tutto l’anno scolastico. Lezioni pratiche sulla vita di tutti i giorni. Alla fine del primo corso alcuni immigrati hanno chiesto uno spazio per continuare ad istruirsi e la possibilità di far apprendere l’arabo ai loro figli. Da lì il passo è breve per associare l’idea di scuola  anche alla formazione religiosa secondo il modello della scuola coranica. Alla preside, Mirella Fanti, l’idea piace a tal punto da proporre al sindaco di Salina di mettere a disposizione alcune stanze della scuola per il nuovo progetto. Il sindaco,  Massimo Lo Schiavo, colpito dalla valenza del progetto, accetta; ecco che nasce la prima moschea in Italia nei locali di una scuola statale. “È una semplice stanza, che noi chiamiamo pomposamente moschea. Ma è anche – afferma la professoressa Fanti –  il simbolo di una nuova era, di nuovi rapporti”.

Gianluca Giuffrè
moschea-scuola-salina-640

Vulcano, il codacons segnala presunte difformità nel progetto del depuratore

VULCANODEPURATORE1Vulcano:- Per la realizzazione del ‘contestatissimo’ depuratore di Vulcano, nelle Eolie, pare si starebbero utilizzando tubi diversi da quelli previsti nel progetto. Sulla vicenda, anche a seguito di numerose segnalazioni dei cittadini, è intervenuto il CODACONS con un esposto che invierà alla Procura della Repubblica di Barcellona P.G. ed alla Corte dei Conti.“Sia nel progetto definitivo che nel progetto esecutivo approvato il 25 ottobre 2013 è previsto che la condotta fognaria di Vulcano debba essere realizzata in gres alla luce del calore e dell’aggressività del terreno così come deve essere realizzata in acciaio la condotta premente” spiega l’avv. Antonio Cardile (Presidente provinciale del CODACONS).‘‘Il Sindaco di Lipari, come riportato dalla stampa, ha affermato che i tubi sono stati volutamente cambiati perché nel sottosuolo di Vulcano c’è zolfo. Riteniamo doveroso, trattandosi di un appalto pubblico, che le Procure competenti accendano i riflettori sulla questione al fine di fugare ogni eventuale dubbio di danno erariale. La presenza di zolfo sull’isola di Vulcano, del resto, non costituisce certamente una scoperta successiva all’approvazione del progetto avvenuta il 25 ottobre 2013. In questo periodo di grave crisi economica – continua l’avv. Cardile – in cui i cittadini sono costretti a stringere la cinghia ed a fare enormi sacrifici e rinunzie, occorre essere certi che i soldi pubblici siano spesi correttamente e che sia accertato e sanzionato ogni eventuale spreco, da chiunque effettuato.’’Il CODACONS, evidenzia, inoltre, che dopo il  recente arresto del Commissario Straordinario Luigi Pelaggi e della cessazione dello stato di emergenza idrico nel Comune di Lipari non risulta essere stato ancora indicato quale sia l’Amministrazione pubblica che è subentrata nella gestione dell’appalto alla struttura commissariale.‘‘Ci riserviamo ogni ulteriore iniziativa a tutela sia della trasparenza dell’attività amministrativa, sia del rispetto dell’ambiente. Le Isole Eolie – conclude il presidente Cardile – oltre ad essere inserite tra i siti di importanza comunitaria, sono anche Patrimonio dell’Unesco e necessitano quindi di efficaci controlli. Ciò anche al fine di consentire  che le Isole possano conservarsi integre, garantendo, in tal modo, anche l’economia turistica, che si basa proprio su bellezze naturali note ed apprezzate in tutto il mondo.’’

Gianluca Giuffrè

Salina, parte il corso d’informatica

Salina:- Si è tenuta lo scorso venerdì, 7 febbraio, presso la Sala Consiliare del comune, la presentazione del progetto di “Alfabetizzazione Informatica” promosso dal Comune di Santa Marina Salina, grazie ad un finanziamento con i fondi comunitari PO -FESR 2007/2013, ottenuto come distretto Socio Sanitario 25-26-27 all’interno del raggruppamento dei Comuni del PIST n.18. Il progetto, rivolto ad anziani, extracomunitari e casalinghe, prevede l’apprendimento delle tecniche base dell’utilizzo del computer e della navigazione in rete, finalizzate all’utilizzo quotidiano di tali tecnologie. Durante le 40 ore di lezione previste, i partecipanti saranno guidati da docenti particolari: grazie alla collaborazione con gli Istituti Scolastici Superiori di Lipari , quattro studentesse di Santa Marina Salina (Amalia Zavone, Sonia Zavone, Amalia Elena Virvareanu, Sara Lopes) metteranno a disposizione il proprio tempo libero e le rispettive abilità personali in informatica e web, insegnandole ai corsisti e creando un particolare scambio intergenerazionale. “Siamo contenti di un così grande interesse da parte della cittadinanza per questo progetto – spiega il Sindaco Massimo Lo Schiavo –  e siamo sicuri che, con queste ore di lezione, riusciremo a fornire ai partecipanti le nozioni essenziali con cui utilizzare il computer e internet nella vita quotidiana per inviare una mail, pagare una bolletta online o compilare il proprio curriculum vitae.”                       Il progetto, inoltre, ha lo scopo di spronare i giovani “studenti-insegnanti” al lavoro di squadra e al raggiungimento degli obiettivi fissati, fornendo loro esperienze che possano essere utili per i propri studi universitari o attività lavorative. Durante lo svolgimento del corso saranno affrontati con i partecipanti due tematiche specifiche: Sicurezza Stradale in collaborazione con l’Ufficio di Polizia Municipale, e Raccolta differenziata, con particolare attenzione al tessuto urbano e viario comunale. “Il corso si concluderà alla fine di aprile – conclude il Sindaco di Salina – ma mi auguro che lo si possa ripetere con la stessa formula anche il prossimo inverno, affinché siano i giovani stessi ad entusiasmarsi e a cercare lo scambio culturale e di informazioni con altre generazioni”.

Gianluca Giuffrè